integratori-sportivi

Cos'è e come funziona la dieta a zona

La dieta a zona è un particolare stile di vita, strutturata per la prima volta da un medico biochimico americano, il Dr. Barry Sears, che oltre ad aiutare a perder peso aumenta le difese contro l'insorgenza di malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni ed il diabete. Il principio fondamentale della dieta a zona è quello di mantenere costanti i livelli ematici di zucchero e di insulina, grazie ad un'alimentazione che tiene conto del giusto apporto di calorie e glucidi. Per raggiungere l'ideale equilibrio ormonale che consente all'organismo di mantenere costanti i livelli dei substrati precedentemente nominati nel circolo sanguigno, la dieta a zone utilizza la seguente dipartizione dei tre principali macronutrienti:

  • 40% di calorie giornaliere assunte sottoforma di glucidi;
  • 30% di calorie giornaliere assunte sottoforma di proteine;
  • 30% di calorie giornaliere assunte sottoforma di lipidi.

Tale dieta insiste sull'assunzione dei grassi buoni, quindi di grassi insaturi piuttosto che quelli saturi, dei glucidi giusti, ovvero quelli a basso indice glicemico e delle giuste fonti di proteine, cioè quelle povere di materie grasse. A differenza di tutte le altre diete, la verdura non rappresenta mai più di un pasto.

Di conseguenza, tenendo conto e rispettando la ripartizione dei macronutrienti sarà possibile variare al massimo la propria alimentazione, consentendo ai soggetti di evitare alcuni alimenti ritenuti dal gusto sfavorevole. Altro punto cardine della dieta a zona è che l'assunzione di alimenti deve avvenire ad un massimo intervallo di 5 ore, di conseguenza è conveniente suddividere la giornata organizzando 3 pasti (colazione - pranzo - cena) e 2 spuntini.L'utilizzo dei blocchi per rispettare le percentuali dei macronutrientiAd un primo approccio può sembrare complesso rispettare le corrette percentuali dei macronutrienti, proprio a causa delle difficoltà di calcolo in base alle calorie di un alimento. Pertanto, per semplificare il corretto svolgimento della dieta a zona è stato introdotto il metodo dei blocchi.

Per uno spuntino è consigliata l'assunzione di un solo blocco, mentre per i pasti viene consigliata l'assunzione di più blocchi a seconda delle caratteristiche tipiche dell'individuo che si sta approcciando a questo nuovo stile di vita. Un blocco rappresenta l'insieme dei tre macronutrienti ed è, quindi, costitutito a sua volta da 3 miniblocchi, ovvero uno di proteine, uno di carboidrati ed uno di lipidi. Ogni blocco avrà poco più di 100kcal. Sebbene l'assunzione dei blocchi risulti essere fortemente personalizzata, la quantità minima di blocchi da assumere con la dieta a zone non scende mai al di sotto del valore di 11.

 

Dieta a zona: quali alimenti prediligere e quali evitare

Carboidrati: Sono consigliati tutti i carboidrati a bassa densità calorica e che hanno un indice glicemico basso. Questo consente loro di entrare molto lentamente nel torrente ematico e di conseguenza contribuiscono a mantenere bassi e costranti i livelli di insulina nel sangue, evitando iperglicemia che stimola proprio l'accumulo di grassi a livello adiposo. Quindi:

  • sono largamente consigliate tutte le verdure e gli ortaggi, fatta eccezione per patate, zucca, carote cotte e barbabietole;
  • è largamente consigliata tutta la frutta, fatta eccezione per banane, mango, papaia, anguria e tutta la frutta secca;
  • è consigliato limitare il consumo di cereali (tranne dell'avena) e dei derivati, quali pasta, pane, riso, ecc..;
  • è consigliato evitare il consumo di bevande alcoliche o di bevande zuccherate.

Proteine: Le proeine consigliate nella dieta a zona sono quelle prive di massa grassa e sono fondamentali per la stimolazione di glucagone, un ormone antagonista dell'insulina che aiuta il corpo a bruciare il grasso accumulato. Se aumenta la concentrazione di glucagone nel sangue, come a seguito di un pasto proteico, quello che succede è che l'energia immagazzinata nelle cellule adipose viene utilizzata per svolgere attività fisica.

integratori-per-lo-sportivo

Quindi:
  • sono largamente consigliate le proteine contenute nell'albume di uovo, ma non quelle presenti a livello del tuorlo;
  • sono largamente consigliate le proteine presenti nel pesce, nei molluschi e nei crostacei;
  • sono largamente consigliate le proteine presenti nelle carni bianche, come il pollo, il tacchino, ecc..;
  • è consigliato evitare il consumo di insaccati, fatta eccezione per la bresaola;
  • è consigliato evitare il consumo di formaggi grassi e di latte e yogurt interi.

Lipidi: L'assunzione di grassi nella dieta è fondamentale: i grassi sono il combustibile cellulare che permette all'organismo di avere la necessaria energia per lo svolgimento di tutte le attività. Quindi:

  • sono consigliati i grassi presenti nell'olio extravergine di oliva;
  • sono consigliati i grassi presenti in mandorle, noci, nocciole e pinoli;
  • sono consigliati i grassi presenti nell'avocado;
  • sono da evitare i grassi saturi, come il burro o la margarina.

Dieta a zone e integratori alimentari naturali

La dieta a zona si basa sul giusto apporto giornaliero di grassi insaturi, definiti appunto sani, come gli Omega 3 che, è stato scientificamente dimostrato, hanno un effetto benefico sia a livello cardiovascolare che nel mantenimento dei livelli di glicemia ematici. Gli Omega 3 però non possono essere prodotti dal corpo umano ed è pertanto fondamentale assumerne la giusta quantità con l'alimentazione. Purtroppo, la nostra alimentazione quotidiana ne è particolarmente carente anche a causa delle grandi industrie che prediliggono prodotti come gli Omega 9 e gli Omega 6, molto più facilmente riscontrabili. Pertanto, un valido supporto per una corretta alimentazione è rappresentanto proprio dall'utilizzo di integratori alimentari naturali che possono essere acquistati anche in parafarmacie online affidabili. In parafarmacia è anche possibile acquistare, a prezzi convenienti, molti prodotti alimentari specifici per la dieta a zone, come snack o pasta ad alto contenuto proteico.

Ciò può essere di grande aiuto per gli individui che si approcciano per la prima volta alla dieta a zona, in quanto, sul retro degli alimenti vi è riportata l'esatta percentuale di macronutrienti per grammo e i consigli specifici su come associare quel dato alimento ad altri cibi in modo da rispettare la zona durante il pasto o lo spuntino.

Tra i migliori integratori alimentari naturali per la dieta a zona ricordiamo i prodotti Enerzona, acquistabili anche online.