benefici-quinoa

Cos’è la quinoa?

La quinoa è considerata uno dei migliori integratori alimentari naturali e fa parte della famiglia dei cosiddetti ‘pseudocereali’, vale a dire tutti quei tipi che non sono cereali propriamente detti, perché, per definizione, i cereali appartengono alla famiglia delle graminacee. Tuttavia questi alimenti hanno affinità talmente marcate con i cereali che, perlomeno dal punto di vista merceologico, vengono collocati normalmente insieme ad essi. Questa collocazione, in linea di massima, ha senso anche dal punto di vista nutrizionale ma con alcune particolarità che segnaleremo nel proseguo dell’articolo. 

Storia della Quinoa

La quinoa, è un alimento antico, originario dell'America Latina. Si hanno tracce della sua coltivazione già dal 3000 a. C., negli altipiani delle popolazioni pre-ispaniche, che lo utilizzavano come complemento al consumo di mais. Queste combinazioni erano meravigliosamente azzeccate, in quanto dal punto di vista nutrizionale fornivano un profilo proteico davvero completo, comportandosi da integratori naturali per muscoli.

Gli Inca, quasi sicuramente, non potevano saperlo ma probabilmente si erano resi conto che la combinazione funzionava molto bene, sia dal punto di vista agricolo, dato che poteva essere coltivata facilmente sfruttando terreni altrimenti poco o per nulla produttivi, sia perché poteva essere coltivata ad altitudini elevate. Infatti la quinoa cresce bene in altitudini comprese tra i 2000 e 3000 metri, dimostrando di poterlo fare anche ad altezze più elevate, per questo motivo le popolazioni dell’America Latina ne hanno tratto un grande beneficio, ed ora ne esportano il valore e la ricchezza.

quinoa

Valori nutrizionali 

Il profilo nutrizionale della quinoa è considerabile come quello dei cereali, ma dobbiamo sottolineare delle particolarità che mettono in luce dei valori aggiunti, rispetto alla media dei cereali. Particolarità che la inseriscono tra i migliori integratori naturali per dimagrire. La prima cosa da segnalare è che la quinoa, per via della sua morfologia, non si presta totalmente alla raffinazione. Questo vuol dire che, in un certo senso essa è considerata un integrale obbligato, in quanto la parte edibile non può essere mai completamente rimossa, quindi, di fatto, la quinoa viene consumata integrale, cioè completa di crusca e germe.

Perché integrare la Quinoa nella dieta?

La seconda cosa da segnalare è la ripartizione più equilibrata nei nutrienti energetici, rispetto ai cereali. I cereali, di per se, sono alimenti sbilanciati in favore dei carboidrati, mentre la quinoa lo è di meno, tant’è vero che se la confrontiamo con altri cereali, vediamo che, pur avendo un contenuto energetico comparabile (stesse calorie a parità di peso) ha una quota di carboidrati leggermente inferiore, in favore di una più alta quota di proteine e lipidi.

La quota proteica della quinoa viaggia tra il 12 e il 18%, a seconda delle varietà e quella dei lipidi, invece, viaggia tra il 4 e il 10%. Ancora più importante è la qualità delle loro proteine, infatti i cereali hanno un problema di qualità proteica, perché sono carenti dell'aminoacido lisina, per cui non riescono a fornire proteine complete se non vengono completati con altri alimenti. 

La quinoa, invece, non solo contiene più proteine dal punto di vista quantitativo, ma contiene anche decisamente più lisina e dunque questo la rende più completa qualitativamente, dal punto di vista del profilo proteico, rispetto ai cereali. Inoltre, può fornire proteine complete, non solo se abbinata a legumi e alimenti animali, ma anche se abbinata ad altri cereali. Ne è un tipico esempio, l’abbinamento precedentemente discusso di quinoa e mais, in quanto è in grado di darci tutti gli aminoacidi essenziali nelle giuste proporzioni.

Per quanto riguarda la presenza di fibra, essa contiene una fibra insolubile, che è intorno al 6%. I minerali che contiene la quinoa, invece, sono calcio ferro e potassio in ottime proporzioni rispetto alla media dei cereali, ma contiene anche, in parte, più di magnesio, zinco e rame.

Parlando dell’apporto vitaminico, rimaniamo sulla media dei cereali, ma stiamo parlando comunque di cereali integrali, quindi otteniamo ottime fonti di vitamine del gruppo B. Infine, buona notizia per i celiaci e per tutti quelli che vogliono fare una dieta senza glutine, concludiamo col dire che la quinoa non contiene glutine e quindi può essere consumata tranquillamente dai celiaci.

La Quinoa in cucina

In cucina la quinoa può essere utilizzata in vari modi: dai più semplici, come ad esempio bollita ed usata come accompagnamento a carne o verdura, oppure anche per essere usata nelle zuppe. Altre modalità d’uso versatili, sono rappresentate dall’utilizzo per la prima colazione e quindi per creare biscotti, tortine o addirittura fiocchi soffiati.

Dunque, abbiamo visto quanto la quinoa possa essere considerata un ottimo alimento e, non a caso, tra i più usati integratori naturali per lo sport. Uno pseudo cereale che vi incoraggiamo di introdurre nella vostra alimentazione, qualora non lo state già facendo. Ovviamente da ruotare insieme a tutti gli altri cereali e legumi in modo da avere una dieta il più possibile varia e fantasiosa, che come ormai sappiamo, è diventata la regola numero uno per proteggersi dalle carenze di quello che potrebbe servirci e allo stesso tempo dalla continua esposizione a qualcosa che, magari senza saperlo, potrebbe farci male, in quanto sono entrambi dei rischi che si corrono se mangiamo sempre e soltanto le stesse cose.

Scopri su ShopFarma24 tutti i prodotti a base di Quinoa!