perche-kamut-e-piu-digeribile

Col nome di kamut ci si riferisce abitualmente ad un tipo di grano, il turgidum Turanicum (grano Khorasan o frumento orientale) tipico della regione iraniana Khorasan (da cui il nome), tuttavia kamut è un vero e proprio marchio registrato dall’azienda Kamut del Montana, USA. In tanti parlano di questo grano come di qualità superiore, scopriamo la verità e soprattutto scopriamo perché il Kamut è più digeribile.

Innanzitutto contestualizziamo sottolineando che questa azienda regolamenta con vincoli restrittivi il commercio del grano kamut che è soggetto a certificazioni molto severe da parte di essa per poter essere venduto, tutelandone il prodotto dal punto di vista degli standard qualitativi, garantendo l’assenza di ibridazioni e le coltivazioni totalmente biologiche.

Si ma cos'è il grano Kamut?

Al di là delle specifiche burocratiche e commerciali ovviamente il grano kamut (che è stato riscoperto in tempi moderni nel secondo dopoguerra) può essere coltivato da chiunque dappertutto ed è curioso che il suo nome derivi dal simbolo geroglifico associato al grano che per gli antichi egizi era l’anima della terra, infatti questo cereale era coltivato nella valle del Nilo già 6000 anni fa.

E' vero che il Kamut è più digeribile?

Il grano kamut è un grano duro, analisi e studi scientifici hanno dimostrato che possiede migliori proprietà e qualità rispetto al frumento comune ed ha un apporto proteico piuttosto elevato, tanto da essere considerato uno dei grani migliori per realizzare la pasta, e talvolta viene anche usato per realizzare pilaf in sostituzione del riso. Questi studi hanno dimostrato che il grano kamut contiene antiossidanti che proteggono le cellule dallo stress ossidativo in modo fortemente marcato rispetto al grano tenero; inoltre anche l’apporto vitaminico è sostanzialmente più alto: il pane realizzato con farina di kamut ad esempio contiene valori molto più alti di proteine, zinco, magnesio, selenio, fosforo, calcio, polifenoli, acidi grassi e vitamina E, questo fa del kamut un alleato portentoso delle arterie, del cuore, degli occhi e del sistema immunitario, un ingrediente considerato a tutti gli effetti ricostituente. (quindi, per chi ancora se lo chiede, no, il kamut non fa male!)

Grazie alla combinazione di vitamine, sali minerali ma soprattutto le fibre e la crusca contenuti nel kamut, esso stimola l’intestino ed aiuta ad eliminare le scorie fungendo da depurativo. Non fermentando inoltre, aiuta la digestione risultando sempre leggero e facilmente assimilabile è questo il motivo fondamentale dell’alta digeribilità del kamut. Inoltre le farine di kamut hanno un indice glicemico molto basso rispetto a quelle di grano tenero (valori di 45 contro 85, una riduzione di circa la metà), questo fattore oltre ad influire ancora positivamente sulla digeribilità lo innalza anche ad ingrediente consigliato per abbassare il colesterolo. E' questa la ragione per cui il Kamut risulta più digeribile.

Nella farina di grano kamut è presente anche un quantitativo di glutine che con il suo alto valore proteico la rende perfetta per la lievitazione e gli impasti, anche se questo purtroppo ne rende impossibile il consumo da parte di persone affette da celiachia.

 

Caratteristiche del kamut

Una delle caratteristiche importanti del grano kamut è la sua versatilità, infatti se finemente macinato in farina e impastato esso non perde la morbidezza, per questo si adatta in modo unico a sostituire le farine di grano tenero (le classiche tipo 1, tipo 0 o doppio 0) in impasti come pizze e focacce rendendole più sane e ricche.

Le farine di grano tenero, è risaputo, impegnano grani misti per migliorarne la resa e la digeribilità, sono estremamente lavorate (per questo motivo spesso necessitano di lieviti aggiunti che sono poco digeribili) e per questo sono povere di micronutrienti e proprietà nutrizionali oltre ad essere dal punto di vista energetico molto costose da realizzate e per questo hanno un impatto sulla sostenibilità ambientale ed ecologica negativo. Tutte queste caratteristiche lo rendono ideale per i bambini, adolescenti in fase di crescita e sviluppo, per gli sportivi in cerca di energie e leggerezza, donne in gravidanza e per tutti coloro che necessitano di energie a lungo rilascio, infatti il kamut ha un contenuto di carboidrati e lipidi che forniscono un lungo apporto energetico risultando cosi un ingrediente ideale da consumare a colazione prima di andare a lavoro.

I prodotti realizzati con il grano kamut perciò risultano altamente sazianti e grazie alla presenza marcata di grassi polinsaturi e Omega 6 sono anche degli alimenti che aiutano a combattere l’invecchiamento cellulare. Infine si è dimostrato come questo grano controlli i picchi glicemici, pertanto non innalzando gli zuccheri ma tenendoli costanti aiuti a mantenere il controllo del peso corporeo.

Gli alimenti

Esistono in commercio fiocchi di kamut ideali per la colazione di tutti i componenti della famiglia, paste e farine realizzate con il kamut e anche i chicchi in purezza per la preparazione di zuppe e minestre ideali a pranzo e cena, mentre per le merende esistono crackers, grissini, biscotti e torte che lo contengono.
Una caratteristica da non sottovalutare del kamut infine è proprio il suo gusto, la sua bontà e la sua adattabilità e amalgama con altri ingredienti lo rendono buonissimo da mangiare, come dimostrano le pizze, le zuppe che si amalgamano benissimo con i legumi e le paste che si sposano incredibilmente bene con i sughi. 
Nei negozi specializzati ma anche su molti portali online è possibile acquistare i migliori alimenti a base kamut con la sicurezza di un prodotto sano e certificato.

Scopri tutti i prodotti a base di Kamut su ShopFarma24!