benefici-seitan

Il seitan é uno dei più popolari sostituti della carne. Le kcal contenute nel seitan sono, infatti, in quantità molto simili a quelle che troviamo nella carne. Viene ricavato dal glutine di diverse farine di grano tenero oppure da farina di farro o di grano Khorasan, tipico frumento orientale originario dell'Iran. Le sue proprietà nutritive lo rendono un alimento molto presente sulla tavola di chi segue una dieta vegetariana (chi mangia uova e formaggio ma non mangia carne e pesce) o vegana (chi non mangia nessun prodotto di origine animale), ed anche da chi deve ridurre l'apporto di grassi e colesterolo, presenti negli alimenti di origine animale; questi sono solo alcuni dei motivi per cui integrare il seitan nella propria dieta.

In Italia, secondo i dati raccolti dall'Istituto indipendente Eurispes, i vegetariani ed i vegani rappresentano quasi il 10% della popolazione facendo del nostro Paese uno di quelli con la più alta percentuale di persone che seguono queste due diete (per la maggior parte sono vegetariani), secondi solo all'India, Paese vegetariano per antonomasia.

I valori nutrizionali del Seitan

Da sempre alimento di base della cucina Giapponese, il suo nome originale é Kofu, che significa letteralmente "glutine di farro". Solo alla fine degli anni Sessanta questo prezioso alimento venne introdotto in Occidente. La parola Seitan venne inventata da uno studioso di dieta macrobiotica, George Osawa, e significa "é proteina". Il seitan é uno dei migliori integratori alimentari naturali, contiene circa il 20% delle proteine giornaliere che si dovrebbero assumere per una corretta alimentazione. Va però accompagnato da altri alimenti proteici vegetali come i legumi, o di origine animale come uova e formaggi. Nello specifico, 100 grammi di seitan forniranno 36 grammi di proteine, tutte di origine vegetale, e solo lo 0.4% di grassi. É un perfetto sostituto della carne poiché contiene un quantitativo di grassi molto ridotto. Ha quindi i benefici della carne, le proteine, ma non le sue controindicazioni, ovvero i grassi saturi ed il colesterolo. 

seitan-benefici

Perché inserire il Seitan nella propria dieta? 

Oltre all'apporto proteico di origine vegetale il Seitan é anche un ottimo alimento da inserire in una dieta dimagrante. Essendo ricco di proteine sazia l'appettito anche se ne vengono mangiate piccole quantità. La dose giornaliera consigliata é 100/200 grammi. É facilmente digeribile ed adatto alle donne in stato di gravidanza, a chi soffre di colesterolo alto, agli anziani ed, in generale, a chi vuole seguire una dieta sana e povera di grassi.

Il seitan di farina di farro é più digeribile di quello preparato con la farina di grano tenero ed ha un più alto contenuto di vitamine, in particolare quelle del gruppo B. Il farro é la più antica varietà di frumento coltivato dall'uomo, se ne hanno tracce sin dal Neolitico e la parola farina deriva proprio da farro. É un ottimo sostituto delle farine di frumento bianche, oltre al seitan, potete usare la farina di farro per preparare pane, polente e quello che vi suggerisce la fantasia.

Il Seitan in cucina: come usarlo e come prepararlo in casa

Il seitan si trova molto facilmente nei supermercati più grandi, nei negozi di prodotti biologici, in quelli specializzati nella dieta vegetariana e vegana o nelle parafarmacie online. Ma, essendo un impasto di farine, é anche possibile prepararlo in casa senza difficoltà. Bisognerà impastare la farina con l'acqua e lasciarla riposare per qualche ora, trascorse le quali, l'impasto ottenuto andrà lavato molto accuratamente. Questa fase é la più importante, il lavaggio, infatti, é quello che rende il seitan povero di amidi trattenendo solamente il glutine. A questo punto non resta che cuocere il panetto di seitan, bollendolo in acqua aromatizzata con verdure a piacere o con alghe, come vuole la tradizione giapponese. Ma si adatta anche a svariati altri metodi di cottura, in padella, al forno, o tritato per ottenere un ragù con cui condire la pasta. Potete anche tagliarlo a cubetti e cucinarlo come fosse uno spezzatino, si adatta bene ad ogni tipo di sugo o condimento. Il Seitan che si trova nei supermercati é già precotto e spesso contiene aromi vegetali, verdure o soia, e dunque la sua preparazione é molto più veloce. Se, invece, volete provare a preparare il seitan fatto in casa, tenete conto che il tempo di cottura é di circa un'ora e mezza. Ne potete preparare una quantità sufficiente per 4 o 5 giorni e conservarlo in frigorifero, immerso nel suo brodo di cottura.

Ci sono controindicazioni all'uso del Seitan nella dieta?

La principale controindicazione  é che, essendo a base di glutine per l'86%, non é adatto a chi soffre di celiachia o di intolleranza alimentare al glutine. Anche chi soffre di diabete dovrebbe evitare l'uso del seitan, subito dopo la sua ingestione fa salire l'indice glicemico. Come abbiamo visto, inoltre, non contiene tutte le proteine necessarie al fabbisogno quotidiano ed, essendo a base di glutine, alcuni ritengono che l'abuso di questo alimento possa favorire il sorgere di intolleranze alimentari al glutine stesso.