uso-curcuma

L'uso della curcuma in cucina ha origini antichissime. Per il suo colore giallo ed il suo sapore intenso veniva chiamata "lo zenzero delle Indie" o zafferano giallo. Ma in che quantità va consumata? qual'è la dose giornaliera consigliata di Curcuma? 

A differenza dello zafferano nostrano, però, la sua coltivazione é molto più semplice ed economica. Coltivata storicamente soprattutto in India, ma anche in Cina, Indonesia e nel Sud Est Asiatico in generale, la curcuma é una pianta della famiglia dello zenzero, alta circa un metro e con grandi foglie verdi. Sappiamo che viene coltivata, ed usata in cucina, in queste regioni, da almeno 5.000 anni. Quella che noi conosciamo come curcurma in polvere é la radice della pianta, che viene appunto polverizzata. In Oriente non viene utilizzata solo in cucina ma anche come colorante naturale per i tessuti e per la preparazione di medicine officinali. E in alcune zone dell'India é usata nell'ambito di rituali sociali legati al matrimonio. In Occidente, invece, la sua introduzione é piuttosto recente e ne facciamo uso prevalentemente in cucina. Vediamo quali sono i numerosissimi benefici di questa spezia che arriva da lontano, e qual'é la dose giornaliera che ne dovremmo assumere.

I benefici della curcuma sul nostro organismo

I benefici della curcuma sono molti, rendendola uno dei migliori integratori alimentari naturali a nostra disposizione. Questa spezia ha, infatti, sia proprietà di carattere curativo e terapeutico, sia di natura preventiva. Prima fra tutte possiamo citare la sua proprietà antiossidante. I ricercatori dell'Università di Catania hanno recentemente dimostrato che la polvere di curcuma é in grado di rallentare malattie degenerative come l'Alzheimer. Assumendone una giusta dose giornaliera, aiuta a prevenire diversi tipi di cancro, come il cancro al seno, alla pelle ed al pancreas. É antinfiammatoria e viene spesso usata per curare coliti e purificare l'apparato digerente favorendo la digestione. Sono note anche le sue proprietà cicatrizzanti, la si usa nella preparazione di unguenti, sia per le ferite superficiali sia per le lesioni interne. Ma i benefici della curcuma non finiscono qui, aiuta a combattere l'influenza, le punture di insetto ed i dolori mestruali. Insomma, se é vero il proverbio "una mela al giorno toglie il medico di torno" possiamo ormai dire che anche un cucchiaino di curcuma al giorno terrà il medico lontano.

benefici-curcuma

Le proprietà nutrizionali della curcuma

La curcuma é prevalentemente composta di carboidrati. I valori nutrizionali per 100 grammi di curcuma sono 69 grammi di carboidrati, 21 grammi di fibra alimentare, 8 grammi di proteine e poi zuccheri e grassi. L'apporto calorico é molto basso e si può tranquillamente inserire nella preparazione dei piatti di chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Curcuma in cucina: come si usa

La curcuma é una spezia molto saporita, anche una piccola dose arricchirà di gusto i vostri piatti. Il suo colore giallo brillante porterà una nota di allegria in tavola. É la sua vivacità che ha fatto si che venisse chiamata dall'Ayurveda "il sale della vita". Per sfruttare al meglio tutte le sue proprietà naturali si consiglia di utilizzarla cruda, aggiungendola solo a fine cottura magari insieme ad un po' di pepe, che ne favorisce l'assimilazione. Si usa per insaporire una gran quantità di piatti, dalle insalate alle polpette alle minestre e, ovviamente, il pollo, ricetta classica della tradizione culinaria Indiana. Con il crescere della sua popolarità sono state create anche ricette meno classiche che usano la curcuma come colorante o come sostituto. Viene molto usata nella preparazione di dolci vegani, ad esempio, come sostituto dell'uovo nella crema pasticcera. In questo senso viene utilizzata per rendere di un colore giallo più vivo diversi budini e creme. Nel Sud Est Asiatico, la polvere di curcuma, viene tradizionalmente mescolata al latte di cocco con il quale viene accompagnato il riso. In India, invece, viene utilizzata nella preparazione della quasi totalità dei piatti, dal riso alla carne alle verdure. Anche nella preparazione dei mix di spezie, il famoso curry indiano, la curcuma é un ingrediente fondamentale. Si abbina molto bene ai broccoli ed alle verdure a foglia verde. Insomma, i modi di utilizzare la curcuma in cucina non mancano, rendendola perfetta per un uso quotidiano. 

Qual'è la dose giornaliera consigliata di curcuma?

La dose giornaliera di curcuma é 2 grammi. Per il nostro organismo non é facile assorbirla ed é quindi meglio non abusarne, per non disperdere le sue proprietà benefiche. Potete usarla in polvere, nella preparazione del cibo, oppure preparare degli infusi di curcuma. Con 2 grammi di curcuma otterrete due tazze di infuso. Bisogna dire, naturalmente, che la curcuma da sola non può fare miracoli, il suo utilizzo va associato ad una dieta sana ed equilibrata e ad una buona dose di esercizio fisico. Le donne in gravidanza non dovrebbero assumere curcuma, dicono sia la medicina tradizione sia quella ayurvedica. Sembra, infatti, possa avere un effetto negativo sulla parete uterina. Anche ci si sta sottoponendo ad un trattamento chemioterapico non dovrebbe assumere curcuma.