effetti-benefici-soia

La salute è una tematica al centro di diversi dibattiti. Oltre ad un tipo di vita quanto più equilibrata possibile, comprendente attività sportiva e uno stile di via senza stress, l'alimentazione rappresenta il fulcro di una vita in salute. Nutrizionisti, dietologi, personal trainer suggeriscono diversi tipi di alimentazioni e diete. Largamente diffusa, tra i cultori del viversano, in particolari vegani e vegetariani, è l'alimentazione a base di soia, con la quale gli stessi sostituiscono le proteine animali. Ma quali sono gli effettivi benefici della soia? Scopriamolo in questo articolo!

La soia: un po di storia

Nata circa 5000 anni fa in Cina, la soia era nota come "Ta Teou" ovvero grande fagiolo e rappresentava una delle culture principali, insieme al riso , al miglio e al frumento, addirittura si parlava di piantasacra. Dalll'800, in poi, la coltivaione della soia si estesa, attulamente i maggiori produttori di soia sono Gli Stati Uniti D'America, il Brasile e l'Argentina.

Da tipico prodotto asiatico, oggi giorno, la soia, è utilizzata su scala mondiale ed internazionale. Legume, che viene generato su una pianta dal fusto eretto della lunghezza di circa 80/90 cm, i cui frutti sono contenuti in baccelli, si differenzia dagli altri legumi più comuni come ceci o fagioli, perchè fornisce un apporto proteico nettamente superiore, essendo ricca di grassi polinsanturi. I semi possono essere consumati per intero e macinati e da essi è possibile estrarre l'olio.

Molti sono i derivati della soia e ciascuno ha i suoi propri benefici :

  • Farina:in genere mescolata con altre farine , è ricca di proteine e povera di glucidi, ovvero carboidrati o saccaridi;
  • Latte:ricco di proteine, calcio e senza colesterolo;
  • Olio:ungiusto equilibrio tra acidi garssi omega-3 e omega-6;
  • Germogli:commestibili a crudo.

Tutti questi prodotti, a loro volta ne danno vita ad altri, tra cui:

  • Tofu: una sorta di formaggio di soia solida ricavato dalla cagliatura de succo di soia;
  • Miso: pasta di soia fermentata;
  • salsa di soia: gusto dolce, è il frutto della combinazione di semi di soia fermentati ed un cereale invecchiato;
  • Endame: fave di soia verdi. 

Si distinguono diverse tipologie di soia, a cui sono legati svariati benefici:

  • Gialla: è la meno utilizzata perchè richiede tempi di cottura molto lunghi;
  • Rossa: sono noti i fagioli azuki, ideali per combattere i problemi renali;
  • Nera: ideale per i reni e la milza:
  • Verde: piena di minerali e clorofilla.

 

benefici-soia

Quali sono i benefici della soia? 

E' stato scientificamente dimostrato che la soia comporta notevoli benefici per la salute, infatti, riduce il colesterolo, grazie alla presenza di fitosteroli naturali, favorisce la mineralizzazione ossea e dunque ideale per chi soffre di osteoporosi, stimola la digestione e il buon funzionamento gastroenterico ed è un antitumorale naturale.

Nel 1999 l'Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali (FDA) ha riconosciuto la sussistenza di un collegamento tra l'assunzione di soia e la riduzione delle malattie cardiovascolari. La presenza di isoflavoni,che hanno un'attività simile a quella degli ormoni femminili, si è dimostrata un valido supporto nella fase di menopausa delle donne, riducendo le cosiddette vampate di calore tipiche di questa fase.

Notevoli sono, peraltro, i benefici in termini di apporto nutritivo, tale legume è ricco di minerali (calcio,fosforo e potassio), magnesio, ferro e contiene proteine e grassi. Componente principale della soia , è, tuttavia, la lecitinina di soia, ideale per la produzione di creme e farciture, nonchè come integratore alimentare, contiene omega-3 e omega-6 colina e minerali. La Direttiva 2003/8913 ha annoverato la soia e i prodotti da essa derivati tra gli allergeni alimentari.

Le bevande a base di soia possono essere utilizzate, in sostituzione del latte tradizionale, per chi risulta intollerante al lattosio, così come a tutti i prodotti lattei.

Le controindicazioni della soia

Tuttavia, la soia non è per tutti, essa comporta anche una serie di controindicazioni lievi come allergie e vomito , e più gravi come le formazioni tumorali. 

Non è consigliabile, peraltro, l'assunzione della stessa, almeno non in dosi eccessive, per chi si trova in stato di gravidanza , in quanto la stessa potrebbe incidere sulla formazione del latte materno, mentre è assolutamente sconsigliabile per chi ha un tumore al seno o all'utero. Nel 2005 l'Agenzia francese di sicurezza sanitaria degli alimenti nota con la sigla AFSSA ha divulgato raccomandazioni sull'uso della soia al di sotto dei bambini di tre anni, a causa della presenza degli isoflavoni. 

I filostroegeni danno concrete possibilità di ridurre la fertilità maschile. La soia può essere assimilata come alimento puro, ma anche nelle forme di integratore alimentare naturale, si tratta di integratori di carattere vegetale e naturali, acquistabili nei supermercati e in farmacia, che supportono la quotidiana alimentazione, e spesso sono utilizzati a fini sportivi.

Come qualsiasi alimento, la soia va assunta in quantità giornalieri adeguate, tali da non inficiare la positività dei suoi benifici, secondo appropriati studi la dose giornaliera va dalle 3 alle 5 porzioni.