oligoterapia

 

Gli oligoelementi e le loro funzioni principali

“Con oligoterapia si intende una terapia (o meglio una serie di terapie) basata sulla somministrazione di quantità minime di oligoelementi. Nel nostro organismo sono presenti vari minerali e metalli che si possono suddividere in due categorie a seconda della loro concentrazione: oligoelementi, per es. nichel, e macroelementi, per es. calcio.” (fonte: Wikipedia). Viene utilizzata per la prevenzione e la cura di patologie tramite l’utilizzo di oligoelementi, cioè sostanze chimiche che fanno parte della materia vivente; sono una buona parte degli enzimi che contribuiscono alle azioni biochimiche in grado di influenzare il funzionamento del metabolismo. Gli oligoelementi sono in grado catalizzare, e quindi velocizzare, le reazioni chimiche che si presentano nel corpo; determinano uno stato di equilibrio dal punto di vista fisico, mentale ed emozionale di ogni soggetto. Si differenziano dai farmaci di sintesi in quanto sono in grado di integrarsi naturalmente nell’organismo; durante la reazione chimica dei processi interni assumono il ruolo di coenzimi e occupano una posizione essenziale nei processi di creazione e di mantenimento degli organi e dei tessuti.
Nel caso in cui si presenti una riduzione o una mancanza di oligoelementi all’interno dell’organismo, si possono generare squilibri fisici e uno stato di malessere, i quali devono essere risolti per permettere al corpo di funzionare in modo efficiente. Gli oligoelementi sono sostanze che devono essere presenti all’interno dell’organismo poiché una loro carenza può determinare cambiamenti sia dal punto di vista fisiologico che strutturale e non possono essere sostituiti. Questi elementi sono stati scoperti nell’antichità quando venivano adottati per risolvere problemi che la terapia applicata in quel periodo non era in grado di guarire. L’oligoterapia si focalizza sui disturbi principali che si presentano nelle persone e procede associando i vari sintomi alla mancanza di determinati oligoelementi. In questo modo, è possibile assumere le molecole della sostanza carente: il corpo riattiva le funzioni e cerca di riportarle ad un livello normale. Uno dei più conosciuti studiosi di oligoelementi è stato Gabriel Bertrand, il quale è riuscito a scoprire che gli oligoelementi, definiti anche con l’espressione “elementi traccia”, possono interagire con molte funzioni vitali, a differenza dei sali minerali, come il magnesio, il calcio, il cloro, il potassio, e dei macroelementi come l’ossigeno, l’idrogeno e l’azoto.

oligoelementi

 

Le quattro diatesi e i sintomi che possono presentare

Il medico Jacques Ménétrier viene considerato il padre di questa forma di terapia: in seguito ad una serie di studi e ricerche, riuscì ad individuare quattro terreni organici, definiti diatesi, caratterizzati dalla carenza di alcuni oligoelementi. Questi quattro stati sono: la diatesi allergica o artritica, la diatesi ipostenica, la diatesi distonica o neuro artitrica e la diatesi anergica. La prima presenta sintomi legati all’emicrania, all’iperattività, all'aggressività e possono manifestarsi disturbi come le allergie, le emicranie improvvise, le forme eczematose, i raffreddori; viene associata all’elemento manganese. La seconda è collegata alla combinazione di manganese e rame: i sintomi principali sono l’apatia, le infezioni ghiandolari, l’ipotiroidismo, una maggiore predisposizione alle malattie infettive e uno stato di affaticamento; la soluzione potrebbe essere il manganese-rame.
La terza diatesi può presentarsi in particolare nelle persone adulte, con disturbi come il sonno, malattie collegate alle gotte, alle ulcere e alle infiammazioni generali; possono manifestarsi raramente anche tra i giovani quando vivono in uno stato di nervosismo e di ansia. Questo tipo di diatesi si può presentare al mattino e peggiorare nel pomeriggio, viene collegata agli elementi del manganese cobalto, e solitamente durante il sonno avvengono risvegli frequenti. La quarta diatesi è caratterizzata da una carenza di energie, apatia, indifferenza, mancanza di interesse a stimoli di vario genere; l’organismo è poco reattivo, il corpo è stanco, si possono presentare anche casi di diminuzione della capacità di memoria e concentrazione. In questi casi, la soluzione consigliata è un rimedio di rame-oro-argento in quanto questo tipo di diatesi è collegato principalmente a questi tre elementi.